In ricordo di Nini
Se n’è andato a 72 anni Nini Paglieri, a lungo al vertice della Paglieri Profumi di Alessandria e poi capace di lanciare la Paglieri Sell System, che distribuisce nei supermercati cosmetici in minidosi, prodotti per la cura della persona, accessori per le calzature. Insomma tutte quelle cosette utili che trovate nei classificatori a un passo dalle casse. Nini era un uomo d’altri tempi, generoso e capace di agire non solo in base ai numeri, ma seguendo i moti del cuore. Al funerale è stato commovente il ritratto che ne hanno fatto gli operai della fabbrica, con lacrime sincere: quello che hanno conosciuto non era un padrone, ma un vero imprenditore che amava innovare e a volte rischiare, che sceglieva i dipendenti uno per uno e conosceva loro e le loro famiglie. Rigoroso per puntualità e serietà, pronto a complimentarsi ma anche a rimproverare, era capace di dare a tutti una gratifica di fine anno contro il parere del capo del personale e dei dirigenti, dicendo “lasciatemi fare questo bieco atto di paternalismo”. In chiesa, alla chiusura di questo ricordo, è scattato un applauso spontaneo e lunghissimo, e anche se non amo gli applausi ai funerali devo dire che quello non era assolutamente fuori luogo. I suoi figli Laura e Luca, con il cugino Marco, proseguono da anni il lavoro di Nini. Io, che lo vedevo forse una volta all’anno, ricordo con affetto i pranzi di inizio novembre con la moglie Luisella e tutti gli altri parenti, una tradizione capace di resistere al passare degli anni e delle generazioni. Dal capostipite Giovannino, guardiano di mucche nel 1500, agli ultimi nati degli Anni Duemila, i tanti rami della famiglia Paglieri possono essere orgogliosi del lavoro fatto.
 
< Prec.   Pros. >
 
         


WDG BRUICK