(Semi)finalista ad Alassio!
“La cacciatrice di teste”, il mio terzo giallo con protagonista il commissario Marco Luciani, è entrato nella dozzina dei finalisti al Premio Alassio. Ne sono particolarmente orgoglioso, perché è un premio serissimo e con un albo d’oro di assoluto valore. Anche entrare nella prima scrematura di finalisti non è facile, vi elenco la dozzina completa tanto per capire: Eraldo Affinati “Peregrin d’amore” (Mondadori), Alessandro Barbero “Gli occhi di Venezia” (Mondadori), Giancarlo De Cataldo “I traditori” (Einaudi), Barbara De Gregorio “Le giostre sono per gli scemi” (Rizzoli), Giorgio Faletti “Appunti di un venditore di donne” (Baldini Castoldi Dalai), Marco Lodoli “Italia” (Einaudi), Alessandro Mari “Troppo umana speranza” (Feltrinelli), Andrea Molesini “Non tutti i bastardi sono di Vienna” (Sellerio), Marta Morazzoni “La nota segreta” (Longanesi), Claudio Paglieri “La cacciatrice di teste” (Piemme), Sandro Veronesi “XY” (Fandango), Marco Vichi “Un uomo tranquillo” (Guanda). Che dire? Non sarà facile entrare nei cinque che si contenderanno il premio, insieme al sesto che verrà selezionato dai visitatori del Salone del Libro di Torino (12-16 maggio), votando le schede allo stand del Comune di Alassio. Se per caso passate di lì... ;-)
 
< Prec.   Pros. >
 
         


WDG BRUICK