Home
Masterchef perché sei morto?
venerdì 22 febbraio 2013
La fine di Masterchef mi ha lasciato così, percosso e attonito. E non solo per la vittoria dell’Avvocato Tiziana, decisamente la più antipatica anche se, devo ammettere, la più solida dei concorrenti anche caratterialmente. Poche volte un programma mi ha coinvolto così tanto, direi che posso paragonarlo giusto alle prime stagioni di Lost o di Boris, o restando ai reality alla indimenticabile Fattoria con Flavia Vento, Selen e Loredana Lecciso. Questa passione per la cucina è probabilmente un segno di rincoglionimento senile, fatto sta che la domenica mattina mi sono trovato sempre più spesso alle prese con gnocchi di patate, cinghiale alle mele, involtini di pescespada e con Colui che non può essere nominato, il calamaro ripieno che tornerà negli incubi dei miei famigliari come il calamaro gigante di Jules Verne. Niente paura comunque: il mio anoressico commissario Luciani continuerà felicemente a mangiare patate bollite e stracchino, e a chi proverà a rifilargli piatti nouvelle cuisine replicherà furioso: “Vuoi che muoro?!”
 
Le meraviglie di Alice
mercoledì 23 gennaio 2013
La bellezza salverà il mondo, e nell’attesa io cerco di godermi la bellezza ogni volta che è possibile. Ieri sera si è incarnata nella voce, nel sorriso, nei capelli inconfondibili di Alice, della quale ero innamorato da ragazzino e che continua ad affascinarmi. Bellissimo il suo concerto genovese, in un piccolo teatro con pubblico non oceanico ma entusiasta. E’ stata un’emozione ritrovarla uguale ad allora, e risentire le canzoni che ascoltavamo in macchina durante una lunga zingarata in Spagna & Portogallo (Nomadi, Il vento caldo dell’estate, Prospettiva Nevski, Chanson Egocentrique). Sono mancate I treni di Tozeur, Messaggio, A cosa pensano, ma ne ho conosciute altre che mi mancavano, come La recessione, una poesia di Pasolini messa in musica e ovviamente molto attuale. Alice è una Bilancia, nata il mio stesso giorno di qualche anno prima (ma ne dimostra molti meno di me!), non si è mai spogliata sulla copertina di Playboy né ha involgarito la sua bellezza per vendere di più, come molte colleghe meno belle e meno brave di lei; non ho mai sentito un gossip, su Alice, né l’ho mai vista in trasmissioni di revival. Mi sembra una bella persona che fa un lavoro che ama, una che studia tanto, s’interroga, e ha idee e valori, e in sostanza non scende a compromessi. Riesce a mettere in una canzone il verso “L’anima è immortale” e questo probabilmente non attira il grande pubblico. Ma l’altra sera l’ho sentita vibrare, la mia anima, come quando avevo sedici anni, e credo davvero che Alice mi abbia trasportato per due ore nel Paese delle meraviglie  
 
Diecimila ore per diventare Tiger Woods
sabato 01 dicembre 2012
Dan McLaughlin, fotografo americano, ha lasciato il lavoro due anni fa per dedicarsi al golf. E' convinto che allenandosi per diecimila ore, vale a dire sei ore al giorno per sei giorni alla settimana per sei anni, diventerà un professionista. Anche se ha già 33 anni e non aveva mai giocato prima. Se ci riuscisse, riuscirebbe a dimostrare che il "talento" inteso come dono del cielo che ricevi in culla non esiste: ma esistono perseveranza, costanza, determinazione. Gli ho fatto un'intervista, dandogli appuntamento per il 2016, quando scadrà la sua sfida. Nel frattempo tiferò per lui.
 
Matteo Biggi, il killer e la vittima
lunedì 26 novembre 2012
A grande richiesta :-) ho inserito nella sezione articoli una piccola rilfessione sull'omicidio di Matteo Biggi, che a Genova ha accoltellato a morte un suo omonimo. Una storia tragica che era già stata immaginata dalla fantasia degli scrittori. La trovate qui
 
Sampdoria, che fare?
lunedì 12 novembre 2012
Sette sconfitte consecutive per la Sampdoria, record assoluto nella sua lunga storia. Mi sa che Ferrara non ci capisce più nulla. Che fare? io la vedo così.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 55 - 63 di 278
 
         


WDG BRUICK